Rotterdam, ancora un maxi-sequestro: fermate 14 Tonnellate di refrigeranti illegali

Da www.ilent.nl
L’ufficio Anti-Frode europeo (OLAF) ha bloccato 14 tonnellate di refrigeranti illegali nel porto di Rotterdam.

Sebbene non siano stati divulgati dati precisi sulla natura e sulla ripartizione dei prodotti, il traffico ha coinvolto circa 1.150 cilindri di R404A, R410A e R32 tutti non ricaricabili e fuori norma.

L’operazione è stata condotta grazie a una cooperazione tra OLAF e le autorità dei Paesi Bassi, della Lituania e della Polonia, a partire da un carico sospetto con destinazione lituana non autorizzato a ricevere importazioni di questo tipo. Inoltre, le autorità sono state messe in allerta dallo strano “giro” del trasporto, che pur essendo destinato alla Lituania ha fatto scalo ad Amburgo e dichiarata in transito verso Rotterdam. In seguito ad ulteriori indagini è risultato evidente come la reale destinazione fosse un deposito in Polonia.

Il direttore generale di OLAF, Ville Itälä, ha sottolineato l’importanza di queste operazioni, “una delle priorità operative dell’OLAF, in linea con l’ambizione della Commissione europea di rendere l’Europa il primo continente neutrale dal punto di vista climatico entro il 2050 con lo European Green Deal“.

“Il sequestro”, ha continuato Ville, “conferma l’importanza di un’accurata opera di intelligence da parte dell’OLAF e dei buoni rapporti di cooperazione con le autorità nazionali per proteggere i cittadini europei

Di recente, l’Ufficio Antifrode della Commissione Europea ha stabilito che la lotta alle importazioni di HFC è una priorità chiave, conseguendo concreti risultati e notevoli successi in tutta Europa.

Rispondi