Tutti gli Incontri Formativi di MCE2018!

Come da tradizione a MCE Mostra ExpoComfort 2018 Centro Studi Galileo ha promosso gli Incontri Formativi sulle nuove tecnologie ed i refrigeranti alternativi con le aziende partner.
Oggi proponiamo la playlist di tutti gli incontri formativi, utile ad un ripasso e a nuove scoperte sugli argomenti più d’attualità del settore.
Elenco completo nell’immagine sottostante. Buona visione!
unnamed

MCE2018 | INCONTRO FORMATIVO CON Stefano Fedeli, Product R&D Manager General Gas

Come da tradizione a MCE Mostra ExpoComfort 2018 Centro Studi Galileo ha promosso gli Incontri Formativi sulle nuove tecnologie ed i refrigeranti alternativi con le aziende partner.
Oggi proponiamo il video di Stefano Fedeli, Product R&D Manager General Gas .
Ogni giorno pubblicheremo un nuovo incontro formativo. Elenco completo nell’immagine sottostante. Buona visione! Continua a leggere

Sostituti per R404a nella Refrigerazione Commerciale

46A cura di Carmine Marotta (GeneralGas) e Giancarlo Matteo (Honeywell Fluorine Products, Europe) (tratto dal XVI Convegno Europeo) – Lo sviluppo della Refrigerazione Commerciale ha vissuto cambiamenti importanti dettati dal rispetto delle normative. I refrigeranti HFC vengono messi in discussione a causa delle loro proprietà radiative che li rendono potenzialmente agenti di Riscaldamento Globale. I valori di GWP vengono utilizzati dalle istituzioni per confrontare l’impatto dei gas ad effetto serra sul clima e regolare il loro utilizzo. Refrigeranti ad elevato GWP, come l’R404a, ampiamente diffusi nel commercio al dettaglio, sono stati messi in discussione dall’aggiornamento della Direttiva F-Gas. I refrigeranti con GWP>2500 saranno banditi dal 2020. La riduzione progressiva degli HFC basata sul valore di CO2 equivalente implica che sarà difficile continuare ad utilizzare refrigeranti con valori di GWP elevati.
E’ stata sviluppata una chimica dei fluorocarburi di quarta generazione. Mantiene molte delle proprietà utili e prestazioni elevate, ma anche le caratteristiche richieste di basso impatto ambientale (GWP). Sono state identificate nuove molecole. Sono state sviluppate nuove miscele basate su molecole di HFO, per sostituire le miscele basate sugli HFC. E’ stata definita una roadmap per i refrigeranti a basso GWP.
Una prima valutazione di questi fluidi in sistemi di refrigerazione evidenzia una buona efficienza energetica ed una importante riduzione dell’ impatto sul riscaldamento globale, rispetto ai refrigeranti attuali. E’ necessario però fornire alcune indicazioni per ottenere i risultati desiderati con l’utilizzo di queste nuove miscele
Il documento r404a-replacements-in-commercial-refrigeration presenta un confronto delle prestazioni di alcuni potenziali sostituti per R404A in applicazioni a media e bassa temperature. Vengono esposti anche casi analitici che dimostrano l’impatto ambientale ed economico dell’uso di nuove miscele.

HFO: una scelta sostenibile sia a livello economico che ambientale

4mondiNelle applicazioni del freddo – refrigerazione e condizionamento – il fluido refrigerante ideale dovrebbe garantire un’elevata efficienza energetica, consentire bassi costi di installazione e manutenzione, garantire un impatto ambientale quanto più ridotto possibile, non essere tossico e non essere infiammabile.
Purtroppo, nessuno dei fluidi refrigeranti è mai stato in grado di garantire una perfetta rispondenza a tutti questi requisiti.
Sicuramente alcuni prodotti, quali a esempio l’HCFC R22, in contesti diversi, nei quali la consapevolezza ambientale era sicuramente a livelli diversi da quelli odierni, sembravano rappresentare una soluzione “trasversale” e idonea a garantire una risposta efficace a molti dei requisiti richiesti dall’industria del freddo, sia nel settore refrigerazione che in quello del condizionamento. Continua a leggere

24 ore all’inizio dei lavori. Tutti i numeri del XVI Convegno Europeo a EXPO2015 e Politecnico di Milano

11133772_10155721432750215_5999681266119232513_nNumeri straordinari per il XVI Convegno Europeo, che, a 24 ore dall’inizio dei lavori, si preannuncia di altissimo livello tecnico e scientifico con partecipazioni numericamente e qualitativamente straordinarie.
Organizzato da Nazioni Unite (UNEP, FAO, UNIDO), Istituto Internazionale del Freddo e European Energy Center con il coordinamento di Centro Studi Galileo e dell’Associazione dei Tecnici italiani del Freddo vedrà la presenza di 200 PARTECIPANTI da 4 CONTINENTI e 16 NAZIONI (Albania, Polonia, Austria, Slovacchia, Belgio, Spagna, Francia, Svezia, Germania, Svizzera, India, Gambia, Malta, Regno Unito, Norvegia, Stati Uniti) più di 50 SPEAKERS e 26 PARTNERS AZIENDALIcon una bellissima novità dell’ultima ora, l’adesione di General Gas e Honeywell.
I massimi esperti mondiali, le aziende e gli Enti uniti contro la fame nel mondo per “Nutrire il Pianeta” tramite la conservazione dei cibi. A domani!