14 Professori dall’Iraq in Italia per studiare i nuovi gas refrigeranti

immagineProfessori provenienti da uno dei posti più caldi del mondo, sono stati inviati dalle Nazioni Unite a Casale Monferrato, storica Capitale del Freddo, per conseguire il Patentino Europeo della Refrigerazione.
E’ un momento molto caldo per l’Iraq. I Tg giornalmente trasmettono notizie tragiche. Quella di oggi è diversa, sicuramente positiva. 14 professori iracheni accompagnati da un alto funzionario delle Nazioni Unite sono giunti a Casale Monferrato, sede del Centro Studi Galileo e storica Capitale del Freddo per formarsi sui nuovi gas refrigeranti.
L’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo – ATF e il Centro Studi Galileo, su incarico delle Nazioni Unite, hanno organizzato uno speciale corso riservato ai Tecnici mediorientali che servirà ad accrescere le competenze sui gas fluorurati, sugli idrocarburi e a conseguire la certificazione europea, il Patentino Frigoristi.
Centro Studi Galileo non è nuovo a questo genere di esperienze avendo formato esperti di 40 Nazioni mondiali in 25 paesi: dall’est Europa, all’Africa francofona sino all’Estremo Oriente e agli Stati Uniti.
P1290240 - CopiaL’accesso alla conoscenza da parte delle Nazioni in via di sviluppo è fondamentale per non vanificare i grandi sforzi che l’occidente ha messo in campo per la tutela del clima.
E’ evidente che su un argomento globale come i cambiamenti climatici non possano formarsi “blocchi” a più velocità. I danni della dispersione dei gas si avvertono in ogni nazione mondiale. E’ importante quindi che tutti i Tecnici vengano formati con standard comuni.
Differente situazione, ma uguale principio, per gli idrocarburi. A differenza dei gas tradizionali quest’ultimi sono a impatto zero ma infiammabili e quindi pericolosi. Se si chiede anche alle Nazioni in via di sviluppo di passare a questo tipo di sostanze è necessario formare gli operatori ad un utilizzo consapevole.
In ultimo ma non per ultimo l’importanza dello sviluppo della catena del freddo per la lotta alle malattie endemiche e alla malnutrizione.
Grazie ad una efficiente catena del freddo le Nazioni in via di sviluppo avranno un miglioramento netto della qualità e delle aspettative di vita.
Il “freddo” non è un optional.
I cibi correttamente conservati evitano le malattie dell’apparato digerente, le infezioni batteriche e i vaccini sono più efficaci e durano più a lungo.
Grazie all’apporto di celle frigorifere si possono creare microeconomie agricole nelle lande più disagiate ed evitare il deperimento di frutta e verdura che nel 50% dei casi non raggiungono le tavole dei consumatori finali.
“Tutti buoni motivi per formarsi e per formare in ogni luogo del mondo una generazione di Tecnici del Freddo ad altissimo livello professionale” afferma Marco Buoni, direttore Centro Studi Galileo e Vice Presidente dell’Associazione Europea AREA.
Da più di un decennio, grazie anche alla collaborazione con l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite- UNEP* viene promossa in tutto il mondo l’attività di formazione sulla Refrigerazione e il Condizionamento
* vedi copertina dell’ultimo numero di Industria & Formazione rivista  mensile dell’Associazione dei Tecnici italiani del Freddo –ATF qui allegata

A proposito di ATF

L’Associazione dei Tecnici italiani del Freddo ATF (www.associazioneATF.org) raggruppa oltre 1000 aziende di installazione, manutenzione e riparazione impianti di refrigerazione, condizionamento e pompe di calore rappresentando circa 9000 tecnici del freddo e del riscaldamento, con un volume d’affari complessivo di 950 milioni di euro.
E’ attiva con la Commissione Europea, le Nazioni Unite e tutte le maggiori associazioni mondiali del settore. Fa inoltre parte di AREA detenendone la VicePresidenza e la delega agli Affari Internazionali.
Le principali finalità dell’ATF sono supportare e accrescere  attività per promuovere l’industria e i suoi alti standard qualitativi e favorire il raggiungimento di un livello minimo di preparazione e formazione in tutta Italia ed Europa.
L’Associazione ATF tramite il Centro Studi Galileo organizza corsi di formazione in tutto il mondo (Sri Lanka, Thailandia, Ethiopia, Eritrea, Rwanda, Benin, Tunisia, Gambia, Montenegro, Bosnia – Erzegovina, Turchia, Nazioni Ex Unione Sovietica, Bielorussia, Ukraina, Uzbekistan, Tajikistan, Ghana, Colombia, Stati Uniti d’America – Washington DC, Nigeria) sotto l’egida delle Nazioni Unite.
CSG opera nella formazione dal 1975 e realizza oltre 300 corsi con 3000 partecipanti all’anno nelle tematiche della refrigerazione, condizionamento e energie rinnovabili con una rete di 15 sedi in 12 regioni italiane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...