Da oggi in vigore l’accordo di Parigi sul Clima. Lo Speciale di Industria&Formazione – International Special Issue distribuito a Marrakesh alla Conferenza ONU sui cambiamenti climatici

cop22cover-fb92 Nazioni hanno ratificato la storica intesa sui cambiamenti climatici che entra in vigore da oggi. La terapia d’urgenza imposta dal COP 21 (Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Parigi) inizierà da subito a far percepire i propri effetti benefici per il Pianeta.
I 92 Parlamenti Nazionali hanno ratificato l’intesa con straordinaria rapidità superando di gran lunga la quota necessaria per rendere esecutivo il “patto” che prevedeva 55 Nazioni e 55% di emissioni.
Erik Solheim, direttore dell’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite UNEP, con il quale Centro Studi Galileo opera in tutto il mondo per la formazione dei Tecnici del Freddo ha dichiarato a Repubblica: “Ci stiamo muovendo nella direzione giusta: l’accordo di Parigi rallenterà il mutamento climatico, così come farà la recente intesa di Kigali per ridurre gli idrofluorocarburi, però non è ancora abbastanza. Se non iniziamo a intraprendere ora delle azioni aggiuntive, il crescente numero di rifugiati climatici colpiti da fame, povertà, malattie e conflitti sarà un costante promemoria del nostro fallimento nel mantenere gli impegni. L’Unep chiede di tagliare un ulteriore 25% dalle emissioni previste al 2030 perché “il mondo sta andando verso un aumento della temperatura tra i 2,9 e i 3,4 gradi in questo secolo, anche con gli impegni presi a Parigi”.immagine1
Ancora tante azioni sono ancora da porre in essere per riportare lo stato di salute del clima ai livelli pre industriali. Per tale ragione e per accelerare il percorso le Nazioni Unite hanno convocato la conferenza sul clima COP22 dal 7 al 18 novembre a Marrakesh, in Marocco.
In questa occasione sarà distribuita la rivista International Special Issue, speciale della rivista Industria&Formazione, nata un decennio addietro dalla stretta collaborazione tra Nazioni Unite – Associazione dei Tecnici del Freddo e Centro Studi Galileo. Questo numero è stato lanciato ufficialmente il mese scorso nella riunione MOP 28 ) (Riunione delle Parti del Protocollo di Montreal)  di Kigali.
La collaborazione con l’Istituto Internazionale della Refrigerazione di Parigi ha contribuito al significativo livello scientifico garantito dalla vastità di firme internazionali che collaborano con Centro Studi Galileo e con l’Associazione dei Tecnici del Freddo. L’introduzione è stata, come tradizione, affidata al Ministro dell’Ambiente italiano in carica, per quest’edizione l’On. Gian Luca Galletti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...