Energie rinnovabili, continua la crescita nell’UE: Italia già oltre il traguardo 2020

solar-panel-array-power-sun-electricity-159397Cresce sempre di più la quota di energia rinnovabile sui consumi totali nei Paesi dell’Unione Europea. Torna ad aumentare anche in Italia, che si colloca sopra la media UE.
Questi sono i risultati che emergono da un’indagine effettuata da Eurostat, l’Ufficio statistico dell’UE. Stando a quanto riportato, nel 2017, il 17,5% dell’energia consumata proveniva da fonti rinnovabili, un balzo in avanti pari allo 0,5% rispetto al 2016 (17,0%) che vede avvicinarsi l’obiettivo del 20% fissato nella strategia 2020 (e anche al più lontano 32% previsto per il 2030).
La quota di energia pulita appare più che raddoppiata rispetto all’8,5% del 2004, ovvero da quando sono disponibili i dati. Da quell’anno, la quota di fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia è cresciuta in maniera significativa in tutti gli Stati membri dell’Unione Europea.
L’Italia si conferma tra i Paesi più “green”, collocandosi al di sopra della media degli altri Paesi. Con il 18,3% di energie rinnovabili, è stato inoltre superato l’obiettivo prefissato per il 2020, pari al 17%. La quota è addirittura più che raddoppiata se si torna indietro fino al 2004 (6,3%).
Restano comunque ancora lontani i primi della classe di questa speciale classifica. La quota più elevata di energie rinnovabili consumata nel 2017 è stata registrata in Svezia, dove supera la metà dei consumi (54,5%). A seguire, ci sono Finlandia (41,0%), Lettonia (39,0%), Danimarca (35,8%) e Austria (32,6%)


Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Italia, considerato uno dei primi in Europa e nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento.
Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo.
E’ Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore.
Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...