Guida delle associazioni europee sui rischi dei refrigeranti illegali e come evitarli

ezgif-5-7ea6124485.pdf-1Aiutare a riconoscere i refrigeranti illegali e dare indicazioni sui criteri per distinguere le fonti affidabili da quelle illecite.
Con questo obiettivo in mente, le principali associazioni europee del settore della refrigerazione e del condizionamento dell’aria hanno creato una breve guida per contribuire ad arginare il pericoloso fenomeno del commercio illegale di refrigerante. La brochure è stata realizzata da AREA, l’Associazione di Categoria europea del settore HVACR, ASERCOM, l’Associazione dei Costruttori Europei di Componenti per la Refrigerazione, EFCTC, che rappresenta i produttori europei di fluorocarburi, e EPEE, il Partenariato Europeo per l’Energia e l’Ambiente.
L’opuscolo è consultabile e scaricabile a questa pagina in lingua inglese. L’Associazione dei Tecnici del Freddo è già al lavoro per tradurlo in italiano e lo renderà disponibile a breve.


Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Italia, considerato uno dei primi in Europa e nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento.
Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo.
È Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore.
Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero.

 

Rispondi