Commercio illegale di refrigeranti, interrogazione alla Commissione Europea

blue, building, pattern, freedom, stars, flag, europe, liberty,Altra interrogazione alla Commissione europea per avere informazioni sulle misure che intende adottare al fine di contrastare il fenomeno del commercio illegale di refrigerante.
Si tratta già della seconda interrogazione quest’anno su questo tema e a presentarla è stata la parlamentare europea Carolina Punset dell’ALDE.
Di seguito il testo completo: “Gli ultimi dati confermano un flusso di refrigeranti illeciti in ingresso nell’Unione Europea, minacciando il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal Regolamento F-gas. È altrettanto vero che gli Stati Membri incontrano diversi ostacoli per applicare efficacemente le disposizioni del regolamento. La Commissione progetta di ricorrere maggiormente ai suoi poteri di esecuzione al fine di attuare efficacemente il regolamento F-Gas e di raggiungere i suoi obiettivi in materia di ambiente? Tali progetti includerebbero un miglior coordinamento e orientamento riguardo alle sanzioni degli Stati Membri?“. Continua a leggere

Antincendio e fluidi refrigeranti: presentata la bozza del Decreto Ministeriale

building-business-caution-2282658Il 21 maggio è stata presentata al Comitato Centrale Tecnico Scientifico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco la bozza di Decreto Ministeriale recante “Disposizioni di prevenzione incendi per gli impianti di climatizzazione inseriti nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi”.
Dopo circa un anno di lavoro che ha visto il diretto coinvolgimento di AiCARR, questa bozza è particolarmente importante per il settore in quanto consentirà di superare le prescrizioni e le limitazioni contenute in alcune Regole Tecniche di Prevenzione Incendi relative alle caratteristiche dei refrigeranti usati negli Impianti di Climatizzazione.
Come esplicitato nell’art. 1 della bozza, le disposizioni contenute nel decreto, che tengono conto del DPR 146/2018 sui gas fluorurati a effetto serra, si applicheranno alla progettazione, alla costruzione, all’esercizio e alla manutenzione degli impianti di climatizzazione inseriti nelle attività, sia nuove che esistenti, soggette ai controlli di prevenzione incendi  progettate applicando le regole tecniche allegate ad alcuni dei Decreti che regolamentano il tema della prevenzione incendi. Continua a leggere

Nuovi materiali solidi ecologici sostituiranno i refrigeranti attuali?

bombolaI refrigeranti tradizionali potrebbero essere sostituiti da materiali solidi ecologici che potrebbero rappresentare una valida alternativa sia dal punto di vista dell’efficienza sia da quello economico.
A rivelarlo è un nuovo studio condotto dalle università di Cambridge e della Catalogna, che si inserisce nell’ambito della ricerca di sostituti dei fluidi idrofluorocarburi volatili (HC e HFC) impiegati nel settore della refrigerazione e del condizionamento dell’aria.
Al posto di questi refrigeranti, potrebbero essere usati i cristalli di plastica di neopentilglicole (CH3)2C(CH2OH)2 che mostrano effetti elettrocalorici, magnetocalorici o meccanocalorici. Continua a leggere

Daikin svilupperà un nuovo refrigerante a basso GWP alternativo all’R32

1B-C_Daikin_Logo_H_RGB_1920x853Daikin ha intenzione di introdurre un nuovo gas refrigerante a basso impatto ambientale, utilizzabile come sostitutivo dell’R32 negli impianti di condizionamento dell’aria a partire dal 2023.
A dare l’annuncio è stato Masanori Togawa, Presidente e CEO della multinazionale giapponese, rilasciando alcune dichiarazioni ai giornalisti riguardanti gli ultimi risultati finanziari.
In particolare, Togawa ha spiegato che la sua azienda sta ricorrendo alla tecnologia IA per sviluppare questo nuovo gas a basso GWP entro i prossimi quattro anni. Continua a leggere

Informativa tecnica sul divieto di utilizzo di refrigeranti vergini con GWP > 2.500 in attività di assistenza e manutenzione

1557933428Riceviamo e pubblichiamo da General Gas questa “Informativa tecnica sul divieto di utilizzo, dal 1° gennaio 2020, di gas refrigeranti vergini con GWP > 2.500 in attività di assistenza e manutenzione di sistemi di refrigerazione”.
A far data dal 01/01/2020 negli impianti funzionati con gas tipo R404A/R507/R422D (ovvero con valore di GWP>2.500), aventi una carica di refrigerante superiore a 40 Ton CO2 (equivalenti, ad esempio, a 10,2 Kg di gas R404A), non sarà più possibile utilizzare, in assistenza o in manutenzione, gas vergine come previsto dalla vigente normativa in tema di contenimento dell’effetto serra (Regolamento UE n.ro 517/2014 art. 13 comma 3).
La normativa di cui sopra vieta espressamente l’utilizzo dei gas vergini, pertanto anche eventuali scorte di tali refrigeranti (acquistati prima di tale data) non potranno più essere utilizzate.
In assenza di interventi preventivi di retrofit (manutenzioni straordinarie) che prevedano la sostituzione dei refrigeranti di cui sopra con refrigeranti più ecologici (refrigeranti definiti Low GWP con GWP = Global Warming Potential e comunque con GWP < 2.500), vi è la possibilità, in interventi di assistenza o di manutenzione, di utilizzare “gas rigenerato” o “gas riciclato”. Continua a leggere

Commercio illegale di refrigerante, interrogata la Commissione europea

31727362528_f570406a41_kUna nuova interrogazione alla Commissione europea, dopo quella dello scorso dicembre, al fine di sollecitare l’adozione di misure efficaci per affrontare il  problema del commercio illegale di refrigeranti.
Jo Leinen, europarlamentare socialdemocratico tedesco dell’SPD, ha presentato un’interrogazione scritta per richiedere chiarimenti alla Commissione sui provvedimenti che si stanno prendendo per contrastare questo preoccupante fenomeno e su quelli che finora non hanno dato risultati. Continua a leggere

La IEC ribalta il voto: aumentato il limite di carica per i refrigeranti infiammabili!

votoIECDopo che ad aprile aveva votato contro, la Commissione Elettrotecnica Internazionale ha approvato l’aumento del limite di carica dei refrigeranti infiammabili negli impianti di refrigerazione commerciale.
Dalla pagina del sito della IEC relativa alla votazione in questione emerge che il voto negativo della Malesia è stato escluso dal conteggio finale poiché non è supportato da alcuna motivazione, come invece previsto dall’attuale regolamento.
In occasione della votazione finale, i voti contrari non potevano superare il 25%: sui 35 voti totali espressi dalle commissioni nazionali, nove (il 25,7%) erano stati negativi. Solamente in un momento successivo si è constatato che i rappresentanti della Malesia, che avevano votato a sfavore della proposta, non avevano incluso alcuna motivazione tecnica. Questa è la ragione per cui il suo voto è stato respinto. Continua a leggere

L’EFCTC accoglie il rapporto dell’EIA sul commercio illegale di HFC

EFCTCIl rapporto “Doors Wide Open: Europe’s flourishing illegal trade in hydrofluorocarbons dell’Agenzia di Investigazione Ambientale (EIA) sul commercio illegale di HFC sta incontrando il favore di tutto il settore della refrigerazione.
Anche distributori e produttori di gas refrigerante lo hanno accolto favorevolmente. Attraverso un comunicato stampa, il Comitato Tecnico Europeo per i Fluorocarburi (EFCTC), che rappresenta i produttori europei di fluorocarburi, ha definito positivamente la pubblicazione di questo rapporto, che ha fatto suonare un nuovo campanello d’allarme sulla compravendita illecita di refrigeranti.
Il commercio illegale di HFC rappresenta un problema cruciale che ha importanti conseguenze ambientali, economiche e di sicurezza e incide sul regolamento FGAS e sulla stabilità del mercato europeo“, ha dichiarato Nick Campbell, presidente dell’EFCTC. Continua a leggere

Aumento del limite di carica per i refrigeranti infiammabili: la IEC respinge la proposta

propaneLa Commissione Elettrotecnica Internazionale ha votato contro l’aumento del limite di carica dei refrigeranti infiammabili A3 (idrocarburi) negli impianti di refrigerazione commerciale.
Il processo di votazione finale per esprimersi sulla modifica allo standard internazionale IEC 60335-2-89 è stato avviato lo scorso 1° marzo e si è concluso pochi giorni fa. Venerdì scorso i comitati nazionali hanno rigettato la proposta di innalzare a 500 grammi il limite di carica per i refrigeranti infiammabili nelle apparecchiature di refrigerazione commerciali (lo standard attuale prevede un limite di 150 g). Continua a leggere