COVID-19, anche Eurovent e REHVA lanciano un appello: “l’Industria del Freddo resti aperta, è cruciale per superare la crisi”

coronavirus-4945950_960_720

Anche Eurovent e REHVA si uniscono al coro di voci che chiede all’Europa di escludere l’industria del freddo dal lockdown previsto per arrestare la diffusione del virus COVID-19.

Il ruolo del settore HVACR è di fondamentale importanza per garantire il buon funzionamento delle filiere alimentari, di comunicazione e sanitarie, quindi le aziende che si occupano di refrigerazione devono essere considerate essenziali e restare aperte: così come altre associazioni nei giorni precedenti, incluse AREA e ATF – Associazione dei Tecnici del Freddo, Eurovent e REHVA hanno invitato l’Europa a riconoscere il ruolo della cosiddetta cold chain nel corso dell’emergenza sanitaria in atto. Un blocco al settore avrebbe conseguenze severissime anche al termine della pandemia.

Background

Il riscaldamento, la ventilazione, l’aria condizionata, il raffreddamento e la refrigerazione sono fondamentali in molte applicazioni che riguardano tutti i settori dell’economia. Ad esempio, le apparecchiature HVAC/R consentono la produzione, il trasporto e lo stoccaggio di prodotti farmaceutici e alimentari, riforniscono e condizionano l’aria negli ospedali e nei negozi di alimentari e assicurano il funzionamento dei data center e delle infrastrutture di telecomunicazione.

Lo shutdown industriale

Diversi paesi, in tutto il mondo, hanno chiuso le cosiddette “attività non essenziali” fino a nuovo avviso, tra cui l’Italia. Questi blocchi comprendono la produzione di apparecchiature e componenti HVAC/R, il cui mercato europeo ha attualmente perso almeno il 50% della sua capacità produttiva, e si prevede che altre si fermeranno nelle prossime settimane. I dati di Eurovent Market Intelligence mostrano che le sole fabbriche italiane forniscono circa il 20% di tutti i prodotti finiti al mercato europeo HVAC/R e oltre il 40% in refrigerazione e raffreddamento IT. Questi arresti potrebbero portare a carenze di forniture e servizi che garantiscono l’integrità delle installazioni HVAC/R nelle infrastrutture critiche durante e dopo la pandemia di COVID-19, sia in Europa che nelle regioni legate alle forniture di produttori europei.

Invito ad agire

Eurovent e REHVA consigliano vivamente alle autorità regionali, nazionali e locali di tutto il mondo di includere le imprese attive nella produzione, distribuzione, installazione, manutenzione e riparazione delle apparecchiature HVACR come attività essenziali, con ragionevoli esenzioni da chiusure e restrizioni di viaggio. I produttori del settore devono poter garantire un minimo di produzione e garantire la disponibilità di ricambi e ricambi. Eurovent e REHVA chiedono inoltre all’UE e a tutti i suoi Stati membri di coordinarsi meglio per garantire la continuità delle catene di approvvigionamento nelle infrastrutture critiche. Mentre l’industria sostiene tutte le attività e le restrizioni necessarie per combattere la pandemia, avverte anche una serie di gravi conseguenze a causa degli arresti non coordinati.

Questo articolo è offerto da Centro Studi Galileo, il più autorevole Centro Formativo in Europa, considerato uno dei primi nel mondo, per l’attività di formazione (Corsi) e informazione (Convegno Europeo) nei settori della refrigerazione e del condizionamento.
Fondato nel 1975 ha formato circa 60mila Tecnici e da sempre collabora con realtà internazionali, sviluppando partnership di altissimo livello con le Nazioni Unite, l’Istituto Internazionale del Freddo e la Commissione Europea. Le Nazioni Unite hanno scelto Centro Studi Galileo per la formazione dei Tecnici nei paesi in via di sviluppo.
È Editore di Industria&Formazione, la prima rivista italiana del settore.
Dal Centro Studi Galileo, recependo le direttive europee e nazionali, nascono il Patentino Europeo Frigoristi e il Patentino Italiano Frigoristi, Certificazioni che hanno permesso ai Tecnici italiani del Freddo di battere la concorrenza a basso costo e dare piena dignità ad una Professione che meritava da tempo di essere riconosciuta offrendo una Patente ai Tecnici che operano con capacità tecniche, senza rischi e a impatto zero. Per info scrivere a corsi@centrogalileo.it 

Rispondi