Conclusioni del Convegno Europeo a MCE2016: “Le aziende pronte alla rivoluzione dei refrigeranti. E il mercato?”

12494784_915501385215793_6951455192979134169_n

Il Convegno Europeo a MCE2016 presso la Sala Sagittarius 

Uno dei momenti tradizionali di Expocomfort, la principale fiera europea del settore della Refrigerazione e Condizionamento è il Convegno Europeo organizzato dall’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo in collaborazione con Centro Studi Galileo, istituto formativo sulle tecniche del freddo che in 40 anni di attività ha conquistato la leadership di settore in tutto il vecchio continente.
Cliccando qui potrà accedere ai Video, alle foto e ai Power Point di tutte le presentazioni.
“Le nuove tecnologie su impianti e componenti. Certificazioni e la rivoluzione legislativa europea sui refrigeranti” aggiornamento al XVI Convegno Europeo è andato quindi in scena presso la Sala Sagittarius – Centro Congressi Stella Polare il 18 marzo, giorno di chiusura della manifestazione. Continua a leggere

Altissimo livello tecnico e scientifico al Convegno Europeo CSG – I&F a MCE

P1280575 creazione panorama

Panoramica della Sala Sagittarius

IMG_2927

Il tavolo dei Presidenti: Voigt, Coulomb, Masoero, Cavallini, Buoni

“Le nuove tecnologie su impianti e componenti. Certificazioni e la rivoluzione legislativa europea sui refrigeranti” aggiornamento al XVI Convegno Europeo tenutosi presso la Sala Sagittarius – Centro Congressi Stella Polare alla Mostra Convegno Expocomfort 2016 ha visto alternarsi al tavolo dei relatori i massimi esperti mondiali del settore. Proponiamo qui le foto dei relatori il titolo dell’interventi. Tutti le relazioni saranno pubblicate a nostra cura nei prossimi giorni. Stay tuned with I&FOnline!

47579_902318859867379_8527330071737067104_n

Riccardo Turolla – Vulkan – Attrezzatura e giunti meccanici

563841_902273036538628_3442672834806477861_n

Piero Trevisan – Bitzer – Compressori e applicazioni per HFO

934134_902295039869761_6970307762686579447_n

Giovanni Tonin – CAREL – Alta efficienza nella refrigerazione commerciale

944903_902240876541844_1378545389667791410_n

Marco Buoni – AREA – Regolamentazione Europea Gas Fluorurati e Ref. alternativi

1936012_902284246537507_6552369420062635366_n

Johari Gregorio – Embraco – Compressori ad idrocarburi

10177276_902319803200618_2352574951209789101_n

Maurizio Roncoroni – Inficon – Apparecchiature per la rilevazione di perdite

10325590_902259616539970_5126359238992701641_n

Didier Coulomb – IIR – Le nuove tecnologie su impianti e componenti

10399920_902250899874175_894435961094739564_n

Luca Tagliafico – Università di Genova – “Pompe di Calore assistite dal solare”

10632696_902245066541425_7049141051023748130_n

Andrea Voigt – EPEE – Come procede la F-GAS Regulation

12832496_902274319871833_4230207182254902427_n

Katinka Vigh – Nazioni Unite – Lo sviluppo internazionale della Refrigerazione

1923508_902318556534076_3211501893933494140_n

Stefano Filippini – LUVE – Scambiatori di calore ad alta efficienza a CO2

12421402_10209108464935038_363982328_n

Edoardo Monfrinotti – CHEMOURS –  Nuovi Refrigeranti a basso GWP e miscele HFO

12443253_10209108463855011_247281293_n

Francesco D’Angelo – Angelantoni Life Scienze – Conservazione di campioni biologici a temperature criogeniche

12721758_10209108472815235_92885787_n

Bachir Bella – Emerson – Compressori scroll con i nuovi refrigeranti idrocarburi, CO2, HFO

12443287_10209108614018765_1778782082_n

Luca Alinovi – Frascold – Compressori a vite compatti: soluzioni con refrigeranti a basso GWP

10391928_902327519866513_156585075258455565_n

Madi Sakande – New Cold System – La catena del Freddo nei paesi in via di sviluppo

P1280713

Cristina Norcia – Bureau Veritas Italia- La certificazione dell’Impresa Frigoristi CIF

P1280545

Federico Scarpa – Università di Genova – La refrigerazione magnetica

 

EXPO2015 ha parlato di cibo ma ha dimenticato di parlare di conservazione! Una grave lacuna mitigata dal duplice appuntamento organizzato dalle Nazioni Unite e dal Centro Studi Galileo sulla conservazione degli alimenti tramite la catena del freddo.

cibo-avariato-300x336EXPO2015 è alle spalle. Già si pensa ai nuovi appuntamenti che coinvolgeranno il belpaese nei prossimi mesi, Giubileo in testa. I più lungimiranti pensano all’Expo intermedia di Astana e a EXPO2020 Dubai che si prevede scintillante!
Occorre però mantenere il messaggio che EXPO ci ha lasciato: Nutrire il pianeta con forme di produzione sostenibili.
La grave lacuna che più volte abbiamo evindeziato, e per la quale ci siamo spesi in prima persona, è stata che EXPO non ha posto sufficientemente l’accento sulla questione della conservazione degli alimenti prodotti. 
Tutti sappiamo che, segnatamente nelle Nazioni in via di sviluppo, il cibo che non raggiunge le tavole dei consumatori finali arriva a picchi del 40%.
E’ impossibile pensare di “Nutrire il Pianeta” senza un’adeguata rete di conservazione delle produzioni tramite la catena del freddo.
Quali interessi insistono sulla volontà di produrre sempre più alimenti, con uno sfruttamento importante del suolo che può anche pregiudicarne la produttività, che vengono poi gettati poichè non commestibili a causa del deperimento?
Perchè EXPO non ha previsto approfondimenti riguardo le modalità di conservazione dei cibi?

Continua a leggere

Disponibili online presentazioni e video del XVI Convegno Europeo presso EXPO2015 – Padiglione Italia: la formazione continua Centro Studi Galileo.

sala convegno

           I Presidenti del XVI Convegno Europeo. Da sinistra: Buoni, Cavallini, Masoero, Coulomb, Cavalier, Lavagno, Bennett, Savigliano

La principale mission del Centro Studi Galileo è da 40 anni quella della formazione dei Tecnici del Freddo. I percorsi formativi passano anche da confronto con gli esperti della materia. Alle conclusioni del XVI Convegno Europeo presso EXPO2015 erano presenti i massimi esperti mondiali del settore (Didier Coulomb – Direttore IIR, Gerald Cavalier – Presidente AFF, Marco Buoni – VicePresidente AREA) rappresentanti del governo (On.Fabio Lavagno), alti funzionari delle Nazioni Unite impegnati nella lotta ai cambiamenti climatici e alla denutrizione e allo sviluppo industriale delle aree disagiate del pianeta (Anthony Bennett – FAO, Riccardo Savigliano – UNIDO) con l’insostituibile contributo del Prof. Alberto Cavallini e del Prof. Marco Masoero che hanno moderato l’incontro con le aziende relatrici: Tecnea Italia, Embraco, Cold Car, Epta – IARP, Mondial Group, Pastorfrigor, Sanden Vendo, Zanotti, Rivoira, New Cold System.
Un mix che ha fatto si che le il simposio fosse all’altezza delle aspettative e della tradizione convegnistica di Centro Studi Galileo.
Un momento dicevamo di altissimo livello scientifico condito da una conclusione piacevole per tutti i Tecnici del Freddo: in occasione dei 40 anni di Centro Studi Galileo tutti hanno avuto il piacere di cenare all’ultimo piano di Padiglione Italia (nel ristorante scelto da Putin per la sua trasferta milanese) potendo assistere allo spettacolo dell’albero della vita da una straordinaria postazione, a 100 metri d’altezza!

Cliccando sul link sottostante accederete a Video e Presentazioni in power point del Convegno. Buona visione e buona lettura!

http://www.centrogalileo.it/milano/expo13ottobre_powerpoints.html

XVI Convegno Europeo: i video e le interviste dell’evento!

Il 12-13 giugno 2015, nella doppia cornice del Politecnico di Milano e di EXPO 2015 si è tenuto il XVI Convegno Europeo “Le ultime tecnologie del freddo e del condizionamento”.

I Presidenti delle maggiori associazioni mondiali della refrigerazione e dell’aria condizionata si sono confrontati con 200 tra le maggiori aziende mondiali sulle tematiche d’attualità del settore e sui futuri sviluppi.

Il Convegno è stato organizzato dalle Agenzie ONU FAO (V sessione) e UNEP, dall’Istituto Internazionale del Freddo di Parigi (dal quale dipende l’85% della popolazione mondiale in materia di refrigerazione) dal Centro Studi Galileo e dall’Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo.

In tale occasione è stato girato dalla televisione RTB uno speciale, andato in onda qualche settimana fa; cliccando qui è disponibile visionare il video con tutti i commenti e la presentazione delle soluzioni che vedremo nei prossimi anni.

Disponibili inoltre gli atti del convegno, clicca qui per richiederli.

Visiona i risultati del convegno.

XVI Convegno Europeo: la nuova alleanza tra Università, Industrie e Nazioni Unite  fa decollare il freddo nei paesi in via di sviluppo, combattendo la fame nel mondo tramite la refrigerazione e la conservazione dei cibi.

Foto di gruppo dei Presidenti del XVI Convegno Europeo sullo scalone d'Onore del Politecnico di Milano da sinistra: E. Buoni (Direttore Centro Studi Galileo),  D. Coulomb (Presidente IIR), T. Phoenix (Presidente ASHRAE), S. Yurek (Presidente AHRI),  E. Macchi (Professore Politecnico di Milano), A. Voigt (Direttore Generale EPEE), M. Buoni (segretario ATF), P.Buoni (Direttore European Energy Center); in ultima fila da sinistra: J. Curlin (UNEP), A. Cavallini (Professore Università di Padova e Presidente Onorario Istituto internazionale del Freddo di Parigi), P. Jonasson (Presidente AREA), H. Halozan (Professore Università Tecnologica di Graz)

Foto di gruppo dei Presidenti del XVI Convegno Europeo sullo scalone d’Onore del Politecnico di Milano.
Da sinistra: E. Buoni (Direttore Centro Studi Galileo), D. Coulomb (Presidente IIR), T. Phoenix (Presidente ASHRAE), S. Yurek (Presidente AHRI),
E. Macchi (Professore Politecnico di Milano), A. Voigt (Direttore Generale EPEE), M. Buoni (segretario ATF), P.Buoni (Direttore European Energy Center);
in ultima fila da sinistra: J. Curlin (UNEP), A. Cavallini (Professore Università di Padova e Presidente Onorario Istituto internazionale del Freddo di Parigi), P. Jonasson (Presidente AREA), H. Halozan (Professore Università Tecnologica di Graz)

Il XVI Convegno Europeo è andato oltre le più rosee aspettative. La qualità dei relatori in aula è stata, come da abitudine della convention mondiale, di massimo livello. Il gotha della refrigerazione è stato, per due giorni, a confronto nell’aula magna del Politecnico di Milano e nel Conference Centre di EXPO2015.
La caratteristica principale del XVI Convegno Europeo è che si è trattato dell’unico evento all’interno di EXPO2015 che ha analizzato il problema della conservazione e preservazione dei cibi argomento fondamentale per l’esposizione universale il cui motto è “Nutrire il Pianeta”. L’evento è compreso nel progetto delle Nazioni Unite “Zero Hunger Challenge UN-EXPO”.
La necessità da parte degli Stati nazionali di intervenire con azioni tese alla conservazione delle materie prime alimentari prodotte è stata ribadita anche da Didier Coulomb che ha dichiarato: “Deve esserci la volontà politica di conservare i cibi”.
La catena del freddo permette infatti di preservarne gusto, proprietà nutritive, consistenza e permette uno scambio delle merci tanto da muovere i nutrimenti verso i luoghi più remoti della Terra.
Appare quindi non completo un meccanismo che parla solo di produzione senza analizzare con dovizia il post. E’ per tale ragione, e anche per smentire le voci che vorrebbero nel mondo una vasta produzione di cibo legata non alle esigenze delle popolazioni quanto agli scambi monetari, che FAO ha organizzato (unitamente a Centro Studi Galileo, Associazione dei Tecnici Italiani del Freddo e European Energy Centre) il convegno “Nutrire il pianeta, tramite la refrigerazione”. Continua a leggere

Numeri straordinari per il XVI Convegno Europeo. Disponibili da ora gli atti del Convegno! Leggi l’articolo per richiederli.

Nazioni Unite (UNEP, FAO, UNIDO), Istituto Internazionale del FreddoEuropean Energy Center con il coordinamento di Centro Studi Galileo e dell’ ATF a confronto con  200 PARTECIPANTI da 4 CONTINENTI, più di 50 SPEAKERS e 26 PARTNERS AZIENDALI. Disponibili da ora video e atti del Convegno.

unnamedPer ordinare gli atti telefonare al Centro Studi Galileo chiedendo di Manuela o Marisa, tel. 0142/452403 (dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14 alle 16,30) o inviare email a  conference@centrogalileo.it; per informazioni e dettagli visitare www.centrogalileo.it

Quinta sessione del XVI Convegno Europeo: EXPO 2015 punta i riflettori sulle nuove tecniche di refrigerazione per conservare i cibi e nutrire il Pianeta

20120705210721-2012-40767-NDPFAO, Unep e Unido, tre tra le principali agenzie delle Nazioni Unite hanno tenuto a portare una sessione del XVI Convegno Europeo a EXPO2015. Cosa c’entra la refrigerazione, con i temi principali dell’esposizione “agricoltura” e “produzione di cibo per nutrire il Pianeta”? Gli argomenti, anche se all’apparenza distanti, sono legati a filo doppio.
Senza le tecniche moderne di refrigerazione non si possono conservare correttamente i cibi prodotti ed è impossibile nutrire 7 miliardi di persone. Inoltre anche le tecniche di contrasto delle malattie endemiche subiscono dei rallentamenti, infatti senza una corretta refrigerazione i vaccini non si conservano e non possono raggiungere i luoghi più remoti del pianeta.
logo-patrocinio-EXPO-2015Per questo motivo, oggi presso il Conference Centre ufficiale si sono confrontati esponenti delle agenzie ONU – Divine Nije Dramè Djibril (FAO), Jim Curlin (UNEP), Katinka Vigh (Unido) – Presidenti delle più prestigiose associazioni della refrigerazione – Gerald Cavalier (AFF), Thomas Phoenix (Ashrae), Marco Buoni (ATF), Stephen Yurek (Ahri), Accademici – Stefano Rossi (CNR di Padova), e Marco Masoero (Politecnico di Torino), Didier Coulomb e Alberto Cavallini (IIR di Parigi) e esponenti delle aziende – Klas Berglof (Climacheck), Lorenzo Bulgarelli (Zanotti SPA), Maurizio Orlandi (EPTA Refrigeration SPA), Claudio Fossati (Mondial Group) e Tommaso Ferrarese (Carel SPA).
Un altro mondo è davvero possibile, anche grazie alla refrigerazione. Una missione concreta per tutti gli addetti del settore, che ci permette di chiudere il XVI Convegno Europeo, Convegno che si conferma di straordinario livello scientifico, con uno stimolo ancora maggiore nella direzione dell’innovazione, dell’alta qualità delle produzioni e del rispetto dell’ambiente.

Inaugurata la seconda giornata di lavori del XVI° Convegno Europeo

Il Vicepresidente AREA Buoni apre i lavori dalle seconda giornata

Il Vicepresidente AREA Buoni apre i lavori dalle seconda giornata

Partiti per la seconda giornata di lavori del XVI Convegno Europeo. La novità assoluta di quest’anno sarà la doppia location. La mattina al Politecnico di Milano, sede tradizionale del meeting, e al pomeriggio il Conference Centre ufficiale di EXPO2015, sede altrettanto prestigiosa, scelta in condivisione con le Nazioni Unite che hanno tenuto che il XVI Convegno Europeo fosse l’unico evento in EXPO sulla “Conservazione dei cibi per nutrire il Pianeta”.
I lavori del mattino sono stati inaugurati dall’apertura della Terza Sessione presieduta da Jim Curlin (UNEP), Alberto Cavallini e Didier Coulomb (International Istitute of Refrigeration) Marco Masoero (Politecnico di Torino), Per Jonasson (AREA), Andrea Voigt (EPEE) e Stephen Yurek (AHRI). I Presidenti, tra i maggiori esperti mondiali della materia, hanno discusso con il contributo degli interventi di Regis Leportier (Asercom), Jill Thomson (EIA), Cristina Norcia (Bureau Veritas) e Marino Bassi (Real Alternatives Project) di: “Nuova Regolamentazione F-Gas: riduzione 79% HFC, ispezioni, registro apparecchiatura, manutenzione, Refrigeranti alternativi, Controllo perdite di refrigerante, Recupero, Riciclo, Certificazioni e formazione in Europa e in Italia. Produzione e installazione”.
Tra pochi minuti partirà la quarta sessione, l’ultima prima del trasferimento in EXPO e la penultima dell’evento biennale.
Vedrà i contributi al dibattito di Katinka Vigh (UNIDO), Fabio Polonara (Università Politecnica delle Marche), Lorenzo Bulgarelli (Zanotti SPA), Carmine Marotta (General GAS SPA), Kostantinos Kontomaris (DUPONT SPA) e sarà presieduta da Jim Curlin, Alberto Cavallini, Didier Coulomb, Thomas Phoenix, Per Jonasson, Marco Masoero e Hermann Halozan. La discussione sarà incentrata sull’ottimizzazione energetica degli impianti di refrigerazione e di aria condizionata e sulla situazione del Regolamento Europeo F-gas in Italia e a livello comunitario. Tutti temi di particolare attualità.
Aggiornamento a stasera con il resoconto della quinta sessione in viva voce da EXPO2015!